Villa Amalia @ Falconara Marittima – Quando il pranzo è meglio farlo a casa

Voto 12

Se siete inguaribili mangioni, appassionati del buon cibo o devoti del piacere, vi sarete spesso fatti la domanda: vado al supermercato a comprare il necessaire per preparare un pranzetto casalingo, oppure mi fiondo in un ristorante nelle vicinanze?
La risposta è praticamente scontata, non solo per una questione estetica, ma soprattutto per comodità. Se si va al ristorante non ci saranno tavole da imbandire e da sparecchiare, piatti da lavare, pavimenti da ramazzare, ecc. Non ci sono molti dubbi quindi, pranziamo fuori. Un abitante della provincia marchigiana può legittimamente pensare: “Ancona sarà piena di bei ristoranti!”. In verità si sfoglia virtualmente la guida d’ordinanza e non c’è nulla che ispiri. Voci farneticanti dal web dicevano di una ri-apertura di Roberto Fiorini, ex chef de Il saraghino, ma il fantomatico numero risulta inesistente. La scelta si fa complicata, così ci affidiamo al fatto bruto, il voto. Villa Amalia è il ristorante con il punteggio più alto in zona, 14,5/20 per L’Espresso. Lo prendiamo. Continua a leggere
Annunci

L’Arca @ Alba Adriatica – Divertirsi a tavola

Voto 14

L’Arca di Alba Adriatica è difficilmente assimilabile agli altri ristoranti abruzzesi in cui, tendenzialmente, la linea che si è intrapresa, e che apprezzo molto, è quella di una tradizione rivisitata in maniera corretta e intelligente. Ce ne siamo accorti nelle nostre visite in ristoranti come La Bandiera, Mediterraneo, Esprit. Luoghi in cui mangiare è un piacere assoluto grazie alla qualità delle materie prime con cui i bravissimi chef elaborano piatti che hanno un piede nella tradizione e l’altro nell’innovazione. Nel ristorante di Massimiliano Capretta l’aria che si respira è sensibilmente differente. Continua a leggere