Alice @ Milano – Un ristorante che si preoccupa della (tua) linea…

Voto 14,5

IMG_3361
Milano all’ora di cena può essere un luogo pericoloso. Il primo fattore è quello economico: la milanesità si paga. Il secondo è che, a mio avviso, manca quel ristorante che nel bene o nel male porta sempre a casa un gran risultato.  Oppure, se l’affermazione può risultare più sobria, manca il ristorante che riesce a farmi innamorare. Ecco allora che, se vuoi trascorrere qualche ora di puro piacere gastronomico, sei assalito da pensieri molesti e da timori incontrollabili. Soprattutto se hai la responsabilità di portare un amico a fare la sua prima esperienza di livello.
Che si fa? “Andiamo da Alice. Il taxi da Porta Genova arriva in un istante. La cucina di Viviana Varese è suadente. Il servizio è premuroso”. Me ne convinco da solo, e si parte.
Ci accomodiamo nella sala al seminterrato la cui forma, stretta e allungata, rende la disposizione dei tavoli complicata. Se la conversazione che stai intrattenendo con il tuo commensale non dovesse interessare gli altri quattro tavoli con cui dividi i 7/8 mq della stanza, sarai costretto a bisbigliare😉 Il servizio, tutto al femminile, è un buon compromesso tra l’informalità e la rigidità, e ci farà trascorrere una serata piacevole.
Scegliamo il menù degustazione di Viviana, per una cena tutto pesce.
Molto interessante la lunga sequenza di stuzzichini che ci vengono serviti prima di prendere le ordinazioni.
IMG_3343
Tra quelli che ricordo, interessante il pinzimonio con la salsa solida, il foie gras laccato al lampone, il pacchero fritto e la tartare di rapa rossa.
 
IMG_3346
La cena inizia con un’acqua profumata al finocchietto con carpacci e frutti di mare.
IMG_3351
Piatto che tende all’amaro, con la nota agrumata che rende tutto ancora più spigoloso. La dolcezza dei ricci di mare e la grassezza di alcuni altri crudi vengono sovrastate. Il piatto non è propriamente equilibrato.
Si prosegue con la zuppetta di ceci, triglie, gamberi rosa ed estratto di rosmarino. Un piatto in cui la materia prima gioca un ruolo fondamentale e l’estratto di rosmarino aiuta a movimentare un abbinamento (ceci/gamberi) di cui conosciamo già tutto.
IMG_3353
Le linguine ai ricci di mare sono golose.
IMG_3357
La salsa al prezzemolo che ricopre il piatto le rende anche divertenti.
IMG_3359
Interessante il risotto (foto d’apertura). Un tributo alla tradizione gastronomica del sud: peperoni arrostiti, sgombro, burrata, capperi, salsa di acciughe e olive. Per me il piatto migliore della serata, nonostante l’impressione di un preparazione tendente al greve.
La pietanza è un polipo con patate in tre maniere.
IMG_3366
Qui la materia prima non sembra particolarmente convincente, mentre le tre declinazioni della patata risultano pleonastiche. In particolare, pessima l’idea della granita di patate che dovrebbe giocare con il calore della purea.
Ottima la rivisitazione del mostacciolo con bavarese alle spezie ricoperta di cioccolato, accompagnato da sapa e gelato al cardamomo.
IMG_3370La piccola pasticceria.
IMG_3372
La cena trascorre velocemente, sempre in bilico tra l’esperienza di un bistrot e quella di un ristorante elegante. La cucina, tendenzialmente, ha toccato le mie corde, ma il percorso non è stato esente da errorini, che a certe cifre, non sono concepibili. Il prezzo, come previsto, è la nota dolente: 75 euro per 5 assaggi è un conto eccessivo per questo genere di proposte. Tutto peggiora se si tiene conto delle porzioni da 7 chili in 7 giorni che invece di farti vibrare dall’emozione, riescono a terrorizzarti e infastidirti. Il percorso, nel suo complesso, non lascia spazio nello stomaco (tale effetto, probabilmente, è attribuibile alla pesantezza di alcune portare, ma anche ai buonissimi pani che mangerai senza pietà!), ma crea voragini nella mente che fatica a concepire che non sia possibile fare più di un paio di giri di forchetta intorno a ottime linguine. Buon Dio, siamo qui per divertici!!!

Due degustazioni: 75 e 85 euro.

Alice
via Adige, 9 – Milano
http://www.aliceristorante.it/

3 thoughts on “Alice @ Milano – Un ristorante che si preoccupa della (tua) linea…

    • Sono stato in questo ristorante con Antonio, che ha apprezzato. Alcune cose erano molto buone e le materie prime ottime. Però, quelle porzioni così misere non si possono vedere!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...