Piccantino – Civitanova Marche – Massimo Garofoli è tornato

Voto 13,5

IMG-20140711-WA0016
Massimo Garofoli è tornato. Lo chef più metropolitano delle Marche ha interrotto la bella esperienza del Mood e, dopo qualche mese ai box, è riapparso recentemente in una via del centro di Civitanova Marche, in un locale che gestisce con la sorella e che ricompone felicemente l’esperienza della trattoria di famiglia e del ristorante creativo. Piccantino è piccolo, alla moda e dà una netta sensazione di accoglienza. Pochi tavoli al chiuso, forse una quindicina di coperti, che d’estate crescono grazie alla possibilità di mangiare all’aperto. Qualche tocco di design, foto suggestive alle pareti e un bancone dietro al quale lo chef e un aiutante si muovono freneticamente per accontentare i clienti. Menù apparentemente snello, ma in realtà ci sono piatti per tutti i gusti. Una decina di proposte creative dai prezzi umani, un po’ più numerosi i piatti tradizionali, in cui si intravede sempre il tocco dello chef. Bella anche la proposta dei cocktail con in quali si può avere, aggiungendo solo 5 euro, una rapida ma non banale sequenza di tapas.

Il mio negroni non è da capogiro, neanche il bicchiere aiuta moltissimo, ma quello che segue è divertente. Oltre alle chips dello chef, riceviamo un ottimo gaspacho con gamberi crudi e verdurine a cubetti, servito in una coppa ghiacciata.
IMG_20140711_182719Proseguiamo con un tris composto da una buona pizzetta, conchiglione alle seppie e cozze su passato di zucchine.
IMG_20140711_183243
Chiudiamo la sequenza con una mormora arrosto.
IMG_20140711_183543
Spinti dall’entusiasmo per un ambiente frizzante e per una carta interessante abbiamo consumato una cena per forchette da competizione, ma per uscire soddisfatti dal locale può essere sufficiente molto meno.
Si può scegliere di gustare una buona materia prima, optando per unico antipasto come alici, burrata e pomodorini.
IMG_20140710_223752282
Oppure è possibile virare sulla selezione di antipasti caldi e freddi che possono costituire una vera e propria cena per chi non ha una propensione patologica al cibo.
IMG_20140710_225753605 IMG_20140710_225724471
IMG_20140710_223735939
Tanti assaggi gradevoli e ben eseguiti, in cui spiccano le tagliatelle di seppia e lo sgombro accompagnato da una ghiotta panzanella. Discrete le cozze.
Tra i primi, gli spaghetti con tonno e molliche di pane non deludono.
IMG_20140710_230121168
IMG-20140711-WA0014
Golosi, eseguiti bene (forse leggermente greve la quantità di olio) ma senza il guizzo che altre volte avevamo riscontrato nei primi piatti dello chef.
L’insalata di piovra con maionese di acqua di polpo, bottarga e insalata cotta – che conferisce un’interessante nota amara – sembra un piatto cedroniano dal buon impianto e dal bel colpo d’occhio, ma il cefalopode è un po’ gommosetto, forse a causa di una cottura troppo pronunciata, che comunque non pregiudica il piatto.
IMG-20140711-WA0015D’impatto il fish burger…
 IMG-20140711-WA0016
…che oltre ad essere bello è anche buono. Lussuriose le salse e perfetta la cottura della polpetta. Persino il formaggio è in armonia con il resto degli elementi. Complicato da mangiare con le mani, ma aiutandosi con forchetta e coltello ci si può divertire molto. Le patatine che lo accompagnano, purtroppo, sono quasi carbonizzate.
Bene i dessert, specialmente la zuppetta di albicocche con gelato alla vaniglia.
IMG_20140711_000716Un ritorno in punta di piedi ma dalle belle prospettive grazie ad un concept intelligente che mira ad un pubblico molto più vasto di quello a cui si rivolgeva Mood. Lo chef cucina con il freno a mano tirato, ma in questo momento storico bisogna sapersi orientare verso il pubblico in maniera illuminata, e Massimo Garofoli lo sta facendo pienamente. I piatti più tradizionali scivolano via abbastanza rapidamente dai ricordi, ma la sensazione di piacevolezza, legata all’ospitalità e ad una cena complessivamente positiva, permane, anche a distanza di tempo, e questo è un ottimo punto di partenza.
Dopo poche settimane dall’apertura ci pare già un posto da stra-consigliare, sia per l’aperitivo che per la cena, e da frequentare con costanza, i prezzi e la fantasia dello chef lo consentono. Daje!

Pasto completo 40 euro

Piccantino
Corso Dalmazia 32, Cvitanova Marche
tel. 0733774435

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...